Interfono per moto, cosa chiedere (e chiedersi) per acquisti senza sorprese

Andate in moto e vi serve un interfono? Non c’è che l’imbarazzo della scelta in commercio, se non ci credete sbirciate sul sito www.interfonopermoto.it. Ma quale comprare? Per capirlo dovrete porvi delle domande preliminari. Non uno, ma parecchi quesiti. Sarebbe, ad esempio, opportuno chiedersi, molto semplicemente, a cosa dovrà servire l’interfono per moto e perché lo si vuole comprare? Per comunicare, certo, ma anche per ascoltare radio, musica, telefonare ‘senza mani’, chiedere lumi al Gps, insomma per tutta una serie di attività che si possono svolgere mentre si guida proprio grazie all’interfono e che prima si potevano soltanto sognare. Di queste attività ce ne sarà, di sicuro, qualcuna che si preferirà fare rispetto a un’altra. Ad esempio, se si è audiofili amanti della musica, il passatempo prevalente mentre si viaggia in moto potrebbe essere ascoltare la radio, scegliendo fra le stazioni preferite peraltro memorizzabili, o brani musicali su Mp3.

Se, invece, non si può fare a meno di chattare neanche mentre si guida una rombante due ruote, allora la comunicazione interattiva potrà essere l’attività prevalente. In questo caso, però, se si viaggia insieme ad altri motociclisti con i quali non si intende interrompere il filo del dialogo bisognerà fare attenzione al campo d’azione coperto dal dispositivo. Al momento, non parliamo di distanze notevoli, in quanto anche i migliori interfoni consentono una comunicazione con gli altri centauri del gruppo solo nel raggio di poche centinaia di metri, ma anche in questo range si ravvisano delle differenze nelle prestazioni, per cui occhio al dato, in fase d’acquisto.

Anche il numero dei motociclisti con cui è consentito connettersi varia da modello a modello, ce ne sono alcuni che consentono il dialogo solo con un altro interlocutore, nella modalità pilota-passeggero, altri che si allargano anche all’interlocuzione con i compagni di viaggio nel numero di 3, 4 o anche più. Anche qui sarà l’esigenza dell’acquirente a fare chiarezza su quale modello comprare, anche in base alla propria piattaforma di connettività e alla compatibilità con gli interfoni degli altri componenti la comitiva di viaggio. Se si viaggia insieme, infatti, è bene consultarsi sul prodotto utilizzato, perché non tutti sono compatibili e potrebbero crearsi ostacoli alla comunicazione su strada.

admin