Come riequilibrare i livelli di glutammina con gli integratori glutamminici

Può capitare per diete sbagliate, sovraffaticamento fisico o certi tipi di patologie che calino drasticamente i livelli di glutammina nell’organismo. Come riequilibrare la presenza di questo importante amminoacido presente in misura prevalente nei muscoli? Oggi è possibile grazie alla disponibilità sul mercato di molti tipi di integratori a base glutamminica. Ma andiamo per gradi, per capire quando effettivamente se ne può avere bisogno. Di solito, se una persona ha uno stile di vita sano e sedentario può incrementare la presenza di glutammina nel corpo assumendo cibi ricchi di sostanze nutritive e principi anti-ossidanti che la contengono. Fra gli alimenti più indicati troviamo la carne e i latticini, soprattutto se consumati crudi, stagionati o affumicati. Al contrario, se ci si attiene a una dieta povera di sostanze e squilibrata, si può assistere in breve tempo a un calo di glutammina fino al 25 per cento. I soggetti più esposti a carenza di glutammina sono sportivi o persone che hanno uno stile di vita costantemente in movimento. Per tenere alti i livelli di questo fondamentale amminoacido, oltre a seguire le regole base di una corretta alimentazione, bisogna evitare il più possibile stress fisico o psicologico. Dormire poco e allenarsi troppo, ad esempio, espone al rischio di diminuzione della glutammina. A questo punto, sintomi come affaticamento, calo ponderale e assottigliamento della massa muscolare possono essere dei seri campanelli d’allarme da non sottovalutare assolutamente. Potrebbe essere il segnale che la glutammina prodotta naturalmente dall’organismo non basta più e va integrata. Altri casi in cui si potrebbe rendere necessaria un’integrazione glutamminica si riscontrano in presenza di alcune malattie e infezioni croniche, fastidi digestivi accompagnati da diarrea e gonfiori di pancia, ferite e lesioni di varia natura, diete intensive per perdere peso in poche settimane, ma anche situazioni di vita particolarmente delicate che sottopongono a forti stress emotivi, come può essere un lutto, un divorzio o altre contingenze negative che mettono a dura prova la tenuta psichica del soggetto. Per scoprire quale integratore glutamminico, fra i tanti disponibili sul mercato, possa essere migliore, caso per caso, ci si può concedere una ‘full immersion’ nel sito tematico www.guidaglutammina.it.

admin